Teoria della Doppia Decodifica, Sketchnotes e Apprendimento.

Il corso online su come prendere appunti in modo visuale è ufficialmente online.
Ad oggi siamo una community davvero corposa e, ogni volta che gli iscritti condividono propri contenuti sul nostro gruppo Facebook, restiamo sbalorditi dalla forza creativa e dall’efficacia dei diversi lavori.

Abbiamo già scritto un articolo sulle basi scientifiche del visual thinking che potrai trovare QUI.
Oggi vogliamo parlarti di un altro PERCHE’, ovverosia di unaltra ragione per cui usare il visual thinking per prendere appunti o, più genericamente, in dinamiche di gruppo è efficace.

La teoria della Doppia Decodifica

Questa teoria nacque con Allan Paivio negli anni ’70 e spiega come il nostro cervello utilizzi proprio due canali diversi per decodificare le informazioni visive e le informazioni verbali.
E’ presto detto.
Se stiamo vedendo elementi iconici, grafici o immagini si attiva una strada.
Se stiamo decodificando parole, numeri, testo o input uditivi se ne attiva un’altra!

La vera notizia, proveniente da un rilevante corpus di ricerche effettuato su target di studenti per lo più universitari, è che quando il cervello ha la possibilità di utilizzarle entrambe, contemporaneamente, ci sono dei vantaggi molto importanti.

Vediamo queste ricerche un po’ più da vicino.
Ai nostri ragazzi veniva richiesto di studiare un contenuto relativo al proprio percorso di studi.
Per comprendere al meglio il funzionamento del cervello, i ragazzi sono stati suddivisi in 3 gruppi:
° un gruppo era sottoposto solo a stimoli testuali;
° un altro, lavorava solo con immagini;
° un terzo aveva l’opportunità di integrare le due modalità.

E’ stato visto che i ragazzi che hanno avuto la possibilità di combinare linguaggio visuale e linguaggio verbale riuscivano non solo a comprendere meglio e prima il testo ma anche a ricordarlo per un periodo di tempo più lungo.

La ricerca ci dice, dunque, che quando integriamo parole ed immagini possiamo aumentare il potenziale di comprensione e memorizzazione del contenuto al quale ci stiamo approcciando.

Disegnando, usando il colore, creando grafici ed icone
l’apprendimento è più veloce e più duraturo.
Questo perché introduciamo dei “Visual Trigger” ovverosia elementi grafici che aiutano a comprendere, differenziare e richiamare in memoria alcuni concetti.

Ricordiamo meglio i concetti, le big ideas ma non solo, anche le connessioni tra le parti.

Una buona strategia, dunque, è proprio quella di utilizzare dei Visual Triggers, personalizzati, che ci permettono di collegare e ricordare immediatamente un’analogia o una metafora concettuale.

  • Se stai prendendo appunti con il visual thinking (sketchnotes) ti consigliamo di costruire un tuo personale vocabolario visuale.
  • Se stai usando il visual thinking per facilitare dinamiche di gruppo ti consigliamo di definire proprio insieme al gruppo le icone di base che evocano un certo concetto o, meglio, dei comportamenti che vogliamo attivare in quello specifico setting.
    Riportiamo sotto alcuni esempi ma se vuoi saperne di più, contattaci.

Ecco, la Teoria della Doppia Decodifica, è un’altra grande ragione per cui utilizzare il linguaggio visuale è importante mentre:
° prendiamo appunti;
° studiamo;
° ragioniamo su strategie future con il nostro team;
° presentiamo dei contenuti in un meeting.

Insomma, cerchiamo tutte le occasioni possibili per riattivare una nostra modalità innata, quella visuale, e farla lavorare con la modalità appresa (ormai diventata dominante) del linguaggio verbale.

Lavoriamo a tutto cervello!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *